La società in sintesi

Il gruppo Unicredit è uno dei principali gruppi finanziari europei, grazie ad una rete di 3.490 filiali (31.12.2020) in 16 Paesi nel mondo, con una presenza nazionale ed internazionale.

A fine 2021 il gruppo gestisce 502,6 Mld EUR di depositi e 502,2 Mld EUR di crediti.

La ripartizione geografica dei ricavi è la seguente: Italia (46,2%), Germania (24,4%), Centro Europa (16,5%) ed Est Europa (12,9%).

Il gruppo è organizzato con modello divisionale che si articola nei seguenti settori di attività:

  • Commercial Banking Italy, costituito dalla rete commerciale Unicredit e dalle società prodotto Leasing e Factoring, si occupa di fornire prodotti e servizi bancari al segmento reatil, ovvero famiglie e piccole imprese, operando tramite una rete di agenzie e i servizi della multicanalità forniti dalle nuove tecnologie
  • CEE Division, opera nell’area CEE con una presenza diretta in 16 paesi
  • Commercial Banking Germany, serve tutti i cluster di clientela, escluso clienti CIB, offrendo prodotti e servizi bancari
  • Commercial Banking Austria, idem come sopra ma riferito all’Austria
  • CIB, Corporate e Investment Banking, dedicata ai segmenti di clientela multinazionale, large corporation e istituzionale
  • Corporate Centre di gruppo che gestisce le attività considerate strategiche e con un profilo di rischio/rendimento non soddisfacente.

Principali azionisti:

 

Indicatori economici

Totale azioni sul mercato: 2.184.404.611

Capitalizzazione: 18,6 Mld

Ricavi: 4,83 Mld ( 3 Trimestre 2022)                 -4,78 Mld (2Trimestre 2022)                  –     4,73 Mld (1 Trimestre 2022)

Utile netto: 1,68 Mld (3 Trimestre 2022)          – 2,01 Mld (2Trimestre 2022)          –     1,2 Mld (1 Trimestre 2022)

P/E: 17,6

Presentazione dati 09/02/2023

Analisi tecnica

Unicredit chiude il primo semestre con la migliore performance degli ultimi 10 anni, grazie alla redditività in crescita, solida generazione di capitale e riduzione dei costi, graficamente è evidente il trading range all’interno del quale sembrano imprigionate le quotazioni da circa 5 mesi, e solo una fuoriuscita da tale box di valori fornirà nuova indicazione di direzionalità.   il primo ostacolo a rialzo è rappresentato dalla resistenza intermedia in area 9,65€ solo successivamente potrebbe provare l’attacco dei 10,50€.

1 Resistenza a 10,5€  successiva di medio termine 12€

Supporto di breve a 9,5€ successivo a 8,35€ poi 7,80€

News

26 ottobre 2022- Il management di UniCredit ha migliorato le stime finanziarie per l’intero 2022, sulla base dei risultati trimestrali. Escludendo le attività in Russia i vertici dell’istituto prevedono ricavi per oltre 17,4 miliardi di euro e un utile netto superiore ai 4,8 miliardi, con un rapporto costi/ricavi di circa il 51%.

I vertici di Unicredit hanno segnalato che i risultati trimestrali pongono le basi per una distribuzione relativa all’esercizio 2022 in linea o migliore rispetto a quella sul bilancio del 201, mantenendo allo stesso tempo un solido ratio Cet1.

 

Certificati su UNICREDIT?

DE000VV9FPF4  VONTOBEL FIXED CASH COLLECT Worst of PIRELLI – UNICREDIT Scad. 10/11/25

 

FIXED COUPON: 0.58% MENS (7.0% anno)

BARRIERA: 50%

AUTOCALL: dal 5/05/23

 

XS2474834897  CITIGROUP PHOENIX Div. Decr. Worst of INTESA – SOC GENERALE – UNICREDIT Scad. 30/11/27

 

AUTOCALL: dal 22/11/23 DA 95 A 80%

MEMORY COUPON:1,25% MENS (15,0% anno)

BARRIERA: 50% Coupon 50%

 

In realtà su questo titolo ce ne sono tanti altri, a seconda del prezzo e degli altri sottostanti, ne potremmo citare almeno una decina.

Per saperne di più ed avere un tutor dedicato che possa seguirti,  scopri i servizi evoluti

Servizi di Formazione Specialistica