COMMENTO GBINVESTING del 6 Settembre 2022

Interessante e abbastanza anomala struttura, sembra più frutto di un errore dell’Emittente, che della volontà dell’Emittente di fare un maxicoupon con le 4 cedole maxicoupon spalmate su 4 trimestri, ma proprio questa sua unicità potrebbe essere interessante per chi preferisce pianificare con calma l’ottimizzazione del suo zainetto fiscale

XS2474841835: CITIGROUP Phoenix Maxicoupon Div. Decr. Worst of ISP - ENEL - ENI - STELLANTIS
Scad. 28/07/27

 

TITOLI SOTTOSTANTI SU CUI PUOI VEDERE LA NOSTRA ANALISI

I PUNTI DI FORZA

  • Maxicoupon 38% (9.5% x 4 mesi)
  • Premi trimestrali del 1.5% (6.0% annuale)
  • Premi con effetto memoria e barriera 60%
  • Rimborso anticipato possibile a partire da Luglio 2023
  • Barriera a scadenza sul capitale di tipo europeo al 60%

I RISCHI

  • Perdite in conto capitale se a scadenza uno dei sottostanti avrà perso oltre il 60% rispetto al suo valore iniziale

In questo caso l’investitore avrà perso la stessa percentuale del worst of, senza aver percepito lo stacco dei dividendi, pur avendo incassato un certo numero di cedole

Se ad esempio Stellantis dovesse perdere il 70% rispetto al livello iniziale il certificato rimborserà 300 e la mia perdita sarà pari alla differenza tra il mio prezzo di acquisto (esempio 930) detratte tutte le cedole incassate (esempio 2 cedole, pari a 190 punti) per cui 930-190-300= 440 punti, pari a poco più del 47% sul capitale investito inizialmente.

  • Insolvenza dell’Emittente

Tutti i certificati sono esposti al rischio credito dell’Emittente

Citigroup ha rating A e non ha bisogno di presentazioni, direi una delle banche più solide al mondo

 

GIUDIZIO SULL’ATTIVITA’ DI MARKET MAKING: OTTIMO

  • Equita Sim si occupa di quotare tutti i prodotti emessi da Citigroup
  • Citigroup quota sul mercato Cert-x per cui i suoi prodotti si possono negoziare anche in assenza del Market Maker
  • Solitamente non espone prezzi nei primi 30 minuti, per cui occorre fare attenzione ad inserire ordini tra le 9 e le 9:30
  • Le quantità in denaro lettera (50 o 100 pezzi) sono in grado di soddisfare anche flussi di acquisti ripetuti e consistenti, anche se a volte, finite le size aspettano parecchio prima di tornare a fare prezzo
  • Il market maker finché non esaurisce la size in acquisto o in vendita non ripristina le quantità che è solito esporre
  • Il prezzo potrebbe risultare ritardato di qualche minuto rispetto alle quotazioni del sottostante (ulteriore vantaggio per chi compra e vende, soprattutto in caso di forti oscillazioni dei sottostanti), mentre per i titoli quotati sul mercato Usa al mattino spesso quota senza considerare i prezzi del premarket

Per saperne di più ed avere un tutor dedicato che possa sempre segnalarti il meglio del mercato e/o il certificato che più soddisfa le tue esigenze scopri i nostri servizi evoluti

Servizi di Formazione Specialistica