La società in sintesi

Saipem è una piattaforma tecnologica e di ingegneria avanzata per la progettazione, la perforazione, la realizzazione e l’esercizio di infrastrutture e impianti complessi offshore e onshore.

La società è organizzata in cinque divisioni di business (E&C Offshore, E&C Onshore, Drilling Offshore, Drilling Onshore, XSIGHT dedicata all’ingegneria concettuale).

Il suo portafoglio ordini è legato per il 76% a progetti nel settore del gas, delle rinnovabili e della transizione energetica.

È presente in 62 paesi del mondo e impiega 32 000 dipendenti di 120 diverse nazionalità; della sua flotta fa parte la Saipem 7000, la terza nave gru più grande al mondo.

Indicatori economici

Totale azioni sul mercato: 1.010.966.841

Capitalizzazione: 1,08 Mld (PRE-ADC)

Ricavi: 1,942 Mld (1 Trimestre 2022)

Utile netto: -98 Mln ( 1 Trimestre 2022)

Presentazione dati: 27/07/2022

Analisi tecnica

Il titolo Saipem dopo il profit warning lanciato a febbraio 2022 (si tratta del terzo profit warning consecutivo da quando è subentrato il nuovo management) ha dimezzato la sua quotazione, continuando il trend estremamente negativo degli ultimi anni, che l’aveva vista la peggiore del 2021 con un deludente -18%, nonostante un ottimo anno per le borse mondiali.

Le voci dell’ aumento di capitale hanno mantenuto basse le quotazioni della società, che aveva già effettuato  nel 2016 un ADC monstre da 3,5 Miliardi, ciò nonostante il titolo con l’uscita dei dati del 1 trimestre 2022,  migliori delle attese, ha effettuato un rialzo del 20% in poche sedute fino alla resistenza a 1,30€

Inserire valori di resistenza e supporto prima di un aumento di capitale è un’operazione molto delicata per questo inseriamo valori che devono intendersi esclusivamente pre ADC.

Resistenza e 1,3€

Supporto di breve a 0,95€

NEWS

AGGIORNAMENTO 15 MAGGIO 2022

Highlights sui risultati del primo trimestre 2022

  • Ricavi a 1.942 milioni di euro (1.618 milioni di euro nel primo trimestre 2021), in crescita del 20%, trainati da E&C offshore e dai due segmenti drilling
  • EBITDA adjusted a 145 milioni di euro (88 milioni di euro nel primo trimestre 2021 e circa 120 milioni di euro nel 4Q 2021 al netto dell’impatto della backlog review); l’andamento dell’EBITDA adjusted segue sostanzialmente i driver di crescita dei ricavi
  • Indebitamento finanziario netto post IFRS-16 pari a 1.251 milioni di euro (1.541 milioni di euro al 31 dicembre 2021), in miglioramento grazie ai primi interventi dei soci di riferimento nel contesto della manovra di rafforzamento patrimoniale e finanziario
  • Acquisizione ordini nel trimestre per 2.356 milioni di euro, in particolare nei segmenti E&C offshore e drilling offshore, a conferma della positiva fase di mercato
  • Portafoglio ordini residuo a 22.179 milioni di euro (23.934 milioni di euro includendo il portafoglio ordini delle società non consolidate)

La manovra di rafforzamento patrimoniale e finanziario del gruppo (la “manovra finanziaria”) prosegue in linea con le tempistiche pianificate dalla Società; in particolare:

  • I soci Eni SpA (“Eni”) e CDP Industria SpA (“CDP Industria”) hanno versato entro il 31 marzo 2022 646 milioni di euro in conto futuro aumento di capitale. La quota del socio Eni pari a 458 milioni di euro è stata convertita in versamento a patrimonio netto – “riserva targata”
  • Sottoscritta con un pool di otto banche italiane ed internazionali la liquidity facility, garantita da Eni (la “Liquidity Facility”), per 855 milioni di euro, erogata per 680 milioni di euro in data 4 aprile 2022

Il 17 maggio 2022 si terrà l’assemblea straordinaria degli azionisti che sarà chiamata a deliberare la riduzione del capitale sociale per perdite attraverso la riduzione del numero di azioni ordinarie con il raggruppamento delle stesse nel rapporto di 21 azioni ordinarie per ogni 100 azioni ordinarie, previo annullamento di n. 41 azioni proprie detenute dalla Società, e l’attribuzione al Consiglio di Amministrazione della delega, da esercitarsi entro il 31 marzo 2023, ad aumentare, in via inscindibile, il capitale sociale per 2 miliardi di euro da offrire in opzione agli azionisti ordinari e di risparmio a pagamento, come deliberato dal Consiglio di Amministrazione il 24 marzo 2022, come affermato dal

Ripagati 500 milioni di euro di bond in scadenza al 5 aprile 2022

 

 

AGGIORNAMENTO DEL 25 MARZO

 

SAIPEM – PIANO 2022-25 E AUMENTO DI CAPITALE DA 2 MLD ENTRO FINE ANNO

Il Consiglio di Amministrazione di Saipem ha approvato l’aggiornamento del Piano strategico 2022-25, che pone le basi per la manovra di rafforzamento della struttura finanziaria e patrimoniale della società.

Tale manovra ha l’obiettivo di ristabilire livelli di mezzi propri coerenti con le dimensioni aziendali e adeguati livelli di cassa nell’arco di piano, ridurre l’indebitamento della società e stabilizzare il credit rating di Saipem nell’ottica di garantire l’accesso ai mercati dei capitali di debito per rifinanziare i prestiti obbligazionari in essere.

La manovra finanziaria si articola in tre punti:

Il primo prevede un aumento di capitale di 2 miliardi la cui realizzazione è prevista entro la fine dell’anno, con i soci Eni e CDP che hanno assunto l’impegno a sottoscrivere complessivamente circa il 43% dell’aumento di capitale, in proporzione alle partecipazioni rispettivamente detenute nel capitale della società

Il secondo prevede una nuova linea RCF fino a 1 miliardo, che verrà organizzata entro l’avvio dell’aumento di capitale e rispetto alla quale 7 banche che partecipano alla Manovra Finanziaria hanno confermato di aver approvato in via preliminare la partecipazione per circa 450 milioni.

Infine sono previste linee di firma su base bilaterale da parte di banche che partecipano alla Manovra Finanziaria per un importo complessivo di circa 1,35 miliardi.

In tale contesto, anche al fine di sostenere il fabbisogno finanziario della Società di breve termine, sino alla realizzazione dell’aumento di capitale, la Manovra Finanziaria prevede un intervento immediato di liquidità di importo complessivamente pari a 1,5 miliardi.

Di questi, 645 milioni saranno messi a disposizione, entro il 31 marzo 2022, da Eni e CDP quali versamenti in conto futuro aumento di capitale, e per 855 milioni mediante il sostegno finanziario da  parte di primarie banche italiane e internazionali.

Nell’orizzonte di Piano, Saipem prevede di acquisire progetti E&C offshore per circa 24 miliardi, target in crescita del 14% rispetto al piano di ottobre 2021.

Infine, Saipem vuole giocare un ruolo da protagonista nella transizione energetica e nell’economia circolare focalizzandosi in particolare sulla realizzazione di impianti modulari nella filiera per la cattura del carbonio, sul riciclo della plastica e nello sviluppo di tecnologie robotiche di tipo subsea.

 

 

Certificati su Saipem?

 Con quello che attende Saipem (aumento di capitale) l’unico certificato che si può prendere in considerazione è l’Express reverse emesso da Leonteq che potrebbe garantire un 12% annuo, in realtà questo rendimento lo si potrebbe ottenere in pochi mesi (diciamo un 10%) nel momento in cui Saipem effettuerà l’aumento di capitale e dovesse scendere parecchio per via che sarà sicuramente un aumento di capitale diluitivo.

Attenzione che è gia in Bid Only in quanto l’emittente ha emesso solo 1 milione di euro, anche se si trova sempre quache privato che vende

CH1163997054 Certificato emesso da Leonteq, con scadenza 28/02/2024

Essendo un express i casi sono 4

  • Tra un anno pagherà il 12% e andrà al rimborso del capitale nominale se Saipem quoterà sotto al suo prezzo strike.
  • A scadenza se Saipem sarà sotto al suo prezzo strike rimborserà il 24% oltre al rimborso del capitale nominale.
  • A scadenza se Saipem sarà sopra al suo prezzo strike ma sotto al livello barriera (120%) il certificato si estinguerà senza pagare coupon aggiuntivi ma solo rimborsando il nominale.
  • A scadenza se Saipem avrà una performance positiva superiore al 20% (sopra barriera) il certificato replicherà in negativo la performance del sottostante.

Per saperne di più ed avere un tutor dedicato che possa seguirti nel prossimo Aumento di Capitale Saipem,  scopri i servizi evoluti

Servizi di Formazione Specialistica su Aumenti di Capitale e Certificates