La società in sintesi

Moderna è un’azienda americana specializzata nelle biotecnologie e nella ricerca e nello sviluppo di terapie e vaccini per il cancro, le malattie infettive, autoimmuni e cardiovascolari.

Arrivata alla ribalta internazionale per il vaccino Covid 19 per il quale ha dichiarato un’efficacia del 94,5%.

Il fatturato netto è ripartito per tipo di entrate come segue:
– ricavi dalla vendita di prodotti (95,7%);
– ricavi da sovvenzioni (4%);
– ricavi da accordi di collaborazione (0,3%).
Alla fine del 2021, il gruppo possedeva un portafoglio di 15 prodotti in sviluppo clinico, di cui 3 in fase III, 8 in fase II e 4 in fase I, e 12 prodotti in sviluppo preclinico.
Il fatturato netto è distribuito geograficamente come segue: Stati Uniti (33,4%), Europa (37,1%)  altri (29,5%)

Principali azionisti:

Indicatori economici

Totale azioni sul mercato: 403.020.216

Capitalizzazione: 59,6 Mld

Ricavi: 18,47 Mld

Utile netto: 9,3 Mld

P/E: 5,2

Presentazione dati 04/05/2022

Analisi tecnica

Il titolo ha perso in appena 7 mesi il 70% del proprio valore (le quotazioni sono passate da 498$ massimo assoluto registrato ad agosto 2021 a sfiorare l’attuale supporto in area 115$.

Da gennaio 2022 il titolo si trova all’interno di un box di valori compreso tra 190$ parte alta e 115$ parte bassa e una prima resistenza intermedia  di breve rappresentata dall’area dei 155$, solo il superamento di tale livello fornirà nuove indicazioni di forza per tenare di raggiungere in primis e di superare successivamente  la forte resistenza rappresentata dall’area dei 190$.

1 Resistenza 155$ successiva 190$

Supporto 118$

NEWS

27 aprile 2022- La società Moderna ha chiesto alla Food and Drug Administration l’autorizzazione all’uso del suo vaccino per il Covid nei bambini sotto i sei anni. La richiesta è stata presentata dopo che uno studio ha mostrato che il vaccino induce in modo sicuro una risposta immunitaria nei bimbi.

Il composto anti Covid per la fascia più giovane della popolazione dai 6 mesi ai 5 anni era atteso da tempo, le sperimentazioni sui giovani e giovanissimi erano partite poco più di un anno fa.

La società aveva annunciato lo scorso gennaio che i dati riguardanti le possibili vaccinazioni contro il Sars-Cov-2 per i bambini tra i 2-5 anni sarebbero stati pronti in primavera. Lo scorso febbraio invece, l’Ema (l’Agenzia europea del farmaco) aveva raccomandato di estendere l’utilizzo del vaccino anti-Covid Spikevax di Moderna ai bambini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni.

 

Per saperne di più ed avere un tutor dedicato che possa seguirti,  scopri i servizi evoluti

Servizi di Formazione Specialistica