La società in sintesi

Il Gruppo Intesa Sanpaolo è uno dei principali gruppi bancari in Europa e il maggiore in Italia, con 13,5 milioni di clienti e oltre 3.700 filiali.  Il Gruppo Intesa Sanpaolo è il leader italiano nelle attività finanziarie per famiglie ed imprese con una presenza internazionale strategica, con circa 1.000 sportelli e 7,1 milioni di clienti.

Si colloca tra i principali gruppi bancari in diversi Paesi del Centro-Est Europa e nel Medio Oriente e Nord Africa grazie alle proprie controllate locali: è al primo posto in Serbia, al secondo in Croazia e Slovacchia, al quarto in Albania e Slovenia, al quinto in Bosnia-Erzegovina e Egitto, al sesto in Moldavia e al settimo in Ungheria.

Al 31 dicembre 2021, il Gruppo Intesa Sanpaolo presenta un totale attivo di 1.069.003 milioni di euro, crediti verso clientela per 465.254 milioni di euro, raccolta diretta bancaria di 555.565 milioni di euro e una raccolta diretta assicurativa e riserve tecniche di 204.479 milioni di euro.

 

Principali azionisti:

 

Indicatori economici

Totale azioni sul mercato: 19.430.463.305

Capitalizzazione: 38,57 Mld

Ricavi: 5,414 Mld (1 Trimestre 2022)

Utile netto: 1,024 Mld (1Trimestre 2022)

Dividendo: 0,0789 € per azione 0,151 complessivo – Stacco il 23 Maggio 2022

P/E: 9,13

Prossima presentazione dati 29/07/2022

Analisi tecnica

Intesa Sanpaolo ha sofferto cosi come la maggior parte dei titoli bancari per l’aggressione Russa in Ucraina e per l’esposizione che l’istituto aveva nei territori interessati.

Il titolo è passato in poco di 2 mesi di contrattazioni, da un massimo di 2,92€ ad un minimo di 1,6816€, allo stato attuale solo la rottura della resistenza a 2,10€ potrà fornire nuovo slancio per provare a riprendere il valore di 2,4€.

Molto negativa dall’altro canto la rottura del supporto a 1,75€ con proiezioni ribassiste in area 1,50€.

Supporto in area 1,75€

Resistenza a 2,10€ successiva a 2,4€

 

NEWS

Intesa Sanpaolo ha chiuso il primo trimestre 2022 con un utile netto in crescita del 10,2% su anno, a 1,670 miliardi di euro. Lo scrive l’istituto in una nota, precisando che 800 milioni di euro di rettifiche di valore per Russia e Ucraina portano il risultato contabile a 1,024 miliardi, un dato in calo del 32,5% rispetto al primo trimestre dell’anno scorso ma in aumento dai 179 milioni del quarto trimestre 2021. Senza queste rettifiche l’utile netto sarebbe stato “pienamente in linea con l’obiettivo di oltre 5 miliardi per l’anno in corso”.

Il gruppo conferma una solida redditività ma rivede l’utile annuo da 5 a “oltre 4 miliardi”. Confermati payout al 70% e buyback fino al 2025. CET1 ratio al 13,6% a regime.

Certificati su Intesa?

Ce ne sono tantissimi, essendo il titolo, insieme ad Eni, più gettonato dagli Emittenti:

XS2407729578 CITIGROUP PHOENIX Div Decr. Worst of INTESA SANPAOLO – ENI – STELLANTIS – UNICREDIT Scadenza 10/06/27

AUTOCALL: dal 12/06/23 decrescente da 95 a 80%

MEMORY COUPON: 0,9% MENS (10,80% anno)

BARRIERA: 40%

COUPON: 40%

 

IT0006751355  Smart Etn Phoenix Div Adj Worst of UNICREDIT – STELLANTIS – INTESA – ENI Scad. 21/06/27

AUTOCALL: dal 20/06/23

MEMORY COUPON: 3,75% TRIM (15,0% anno)

BARRIERA: 40%

COUPON: 60%

 

XS2370350113 Certificato Phoenix Airbag emesso da Barclays, con scadenza 22/4/2025

MEMORY COUPON: 2,5% TRIM (10,0% anno)

BARRIERA: 60% Coupon 60%

AUTOCALL: dal 19/01/23

 

IT0006749680  Smart Etn Phoenix Maxicoupon Div Adj Worst of BANCO BPM – INTESA – ENEL – EDF
Scad. 16/02/27

MAXICOUPON: 32%

AUTOCALL: dal 16/02/23

MEMORY COUPON: 1,00% Trim. (4,00% anno)

BARRIERA: 60% COUPON: 60%

 

Per saperne di più ed avere un tutor dedicato che possa sempre segnalarti il meglio del mercato e/o il certificato che più soddisfa le tue esigenze scopri i nostri servizi evoluti

Servizi di Formazione Specialistica