La società in sintesi

Il gruppo Credit Suisse Group AG è una società svizzera di servizi finanziari leader a livello mondiale.

L’attività del gruppo si articola in tre settori:

– investment banking;

– private banking: gestione patrimoniale, business e retail banking;

– asset management: CHF 1614 miliardi di attivi in ​​gestione alla fine del 2021.

Alla fine del 2021, il gruppo disponeva di CHF 392,8 miliardi di depositi correnti e di CHF 291,7 miliardi di crediti correnti.

I ricavi sono distribuiti geograficamente come segue: Svizzera (32,1%), Europa/Medio Oriente/Africa (15,5%), Americhe (38,9%) e Asia/Pacifico (13,5%).

Principali azionisti:

Indicatori economici:

Totale azioni sul mercato: 2.650.747.720

Capitalizzazione: 11,36 Mld al 15 novembre 2022

Ricavi: 3,8 Mld (3 Trimestre 2022)

Utile netto: -4 Mld (3 Trimestre 2022)

P/E: -1,4

Presentazione dati 09/02/2023

Analisi tecnica 

Il titolo è chiaramente in trend ribassista, un’emorragia di valori che dura ormai da diversi anni, basti pensare che solo da inizio anno ha perso la metà della propria capitalizzazione, di fatti si è reso necessario un aumento di capitale da 4 miliardi per evitare il rischio default.

Livelli pre ADC 1 Resistenza 5 successiva a 6

Supporto 3,70

 

NEWS

 28 ottobre 2022-   Credit Suisse è in profondo rosso. Nel terzo trimestre del 2022 il colosso del credito svizzero ha registrato una perdita di 4,03 miliardi di franchi (4,06 miliardi di euro), che diventano 5,9 miliardi considerando i nove mesi. Un’emorragia copiosa, se si guarda all’utile di 435 milioni conseguito nello stesso periodo dell’anno scorso.Da qui la decisione, in realtà preventivata dal mercato ormai da settimane, di lanciare un aumento di capitale pari a 4 miliardi come parte di un piano di ristrutturazione che prevede anche la riorganizzazione delle attività e il taglio di 9mila posti di lavoro a livello globale. Una misura che dovrebbe allontanare definitivamente il rischio di default.

A incidere sui risultati parziali di Credit Suisse sono stati soprattutto i ricavi, calati del 36% a 11,86 miliardi di franchi nei nove mesi e del 30% a 3,8 miliardi nel terzo trimestre. Il consenso compilato dall’azienda prevedeva per il periodo luglio-settembre una perdita netta di 413 milioni su un fatturato di 3,99 miliardi. Non va meglio sul fronte patrimoniale, dove la banca ha registrato un Cet1 ratio, indice chiave della solidità del bilancio, in calo dal 14,4% del 2021 all’attuale 12,6%.  “I risultati sono stati fortemente influenzati dalle continue turbolenze di mercato e dalle difficili condizioni macroeconomiche, che hanno determinato una performance più debole soprattutto per l’Investment banking”, ha dichiarato il ceo Ulrick Körner. Che ha aggiunto: “La nostra recente performance a livello di gruppo è stata deludente”.

Certificati su Credit Suisse?

DE000VV996N1 VONTOBEL PHOENIX MEM. STEPDOWN Worst of CREDIT SUISSE – BPER – BPM SCAD.29/05/2024

AUTOCALL: da 27/2/2023 decrescente da 100 a 90%

MEMORY COUPON: 1,64% MENS (19,68% anno)

BARRIERA: 60% Coupon 60%

 

IT0006753419  SMART ETN PHOENIX REVERSE Worst of CREDIT SUISSE – DEUTSCHE BANK – TESLA – APPLE Scad. 8/11/2023

REVERSE

AUTOCALL: da 8/2/2023

MEMORY COUPON: 2,7% MENS (32,00% anno)

BARRIERA: 130% Coupon 130%

 

Per saperne di più ed avere un tutor dedicato che possa sempre segnalarti il meglio del mercato e/o il certificato che più soddisfa le tue esigenze scopri i nostri servizi evoluti

Servizi di Formazione Specialistica