Come sempre di questi tempi, arrivato l’autunno, e con l’autunno l’avvicinarsi di fine anno, solo ora molta gente comincia a pensare al da farsi per non perdere le minusvalenze che scadono al 31.12 di quest’anno.

Il mio primo consiglio è sempre stato solo uno: non arrivare all’ultimo momento per fare questo, così da poter pianificare la cosa senza ingrassare gli Emittenti che sfruttano l’urgenza di chi arriva solo ora a pensarci e cade su qualche sponsorizzata che spinge sul prodotto della casa, che riuscirà anche nello scopo di spostare le minusvalenze in avanti, ma il più delle volte le incrementa anche di un 10-20%, di fatto mangiandosi gran parte del beneficio fiscale acquisito con questa azione.

Il mio secondo consiglio è di chiedere una coaching gratuita ad uno dei miei tutor, che in base alla tua banca d’appoggio, alla minusvalenza da recuperare, al capitale di cui disponi per spostarla in avanti e alla tua propensione a rischio, potranno guidarti sul prodotto migliore.

Sul mercato ora (ma quest’anno lo abbiamo visto un po' tutto l’anno) ci sono tanti prodotti maxicoupon, anche con più di una maxicedola ed occorre fare attenzione in quanto alcune proposte rimangono inguardabili, sicuramente nascondono caricamenti di commissioni implicite decisamente onerosi per il malcapitato risparmiatore che si trova a spostare 10 di minus e ne crea 14-15 di nuove.

Premetto che nella mia carriera di trader mi è capitato di fare dei bei colpi comprando questa tipologia di certificati ma non sono mai arrivato ad incassare una maxicedola; anzi forse il più delle volte ho comprato dei vecchi maxicoupon quando c’erano alte probabilità di rimborso anticipato, per sfruttare il fatto che dopo aver staccato il maxicoupon quotano sempre lontano dal nominale anche a pochi mesi dalla probabile autocall.

L’obiettivo dovrebbe essere sempre quello di guadagnare qualcosa, ed in più ottenere anche lo spostamento in avanti delle minusvalenze, quindi assolutamente veitare di creare nuove minusvalenze.

Ora vi faccio vedere una selezione di maxicoupon, che hanno differenze sostanziali nei cedoloni ma il giudizio non va espresso sull’importo della cedola, in quanto le strutture sono diverse e i sottostanti pure: come si può vedere subito i maxicoupon costruiti su titoli europei difficilmente superano il 15%, mentre sui titoli americani si può arrivare anche al 25-40%, anche oggi che c’è una volatilità sicuramente inferiore a quella dello scorso anno.

Ma la cosa importante è che l’uso di questi certificati può essere molteplice, per cui nel commento di ciascuno scriverò che uso ne potrebbe fare l’investitore che non guarda necessariamente il discorso fiscale, ma solo orientato al rendimento.

 

MAXICOUPON CHE STACCA IL 40% IL 1/12/2021

IT0006748914 Certificato emesso da Smart Etn scadenza 1/10/2025

1

Oggi il certificato quota in lettera a 970 grazie all’esplosione di volatilità che c’è stata sui titoli legati ai vaccini.

Il certificato, oltre ad essere adatto a chi ha pochi capitali e tante minus da spostare (con 10 mila euro di certificati posso spostare ben 4 mila euro di minusvalenze) potrebbe essere interessante:

-        Per gli strike particolarmente bassi dei sottostanti

-        Potrebbe fare da switch da altri certificati con Iqiyi, curevac o microstrategy in sofferenza

-        Per chi pensa che la volatilità sui titoli possa diminuire

-        Per il rendimento in caso di autocall (oltre il 50% su base annua)

-        Per il rendimento a scadenza sul capitale medio investito (quasi il 30% annuo, se calcolato sul prezzo posta stacco cedola)

-        Per l’importante sorta di airbag di cui è dotato, in quanto se lo compro a 970 e incasso il 40% tra meno di due mesi lo avrò in carico a 570 per cui se a scadenza il peggior titolo dovesse perdere il 50%, e il certificato rimborsare 500, la mia perdita sarebbe alquanto limitata, di circa 70 punti, anzi mi sarebbe bastato incassare 14 cedoline dello 0,5% (che in realtà sono ben superiori se le pensiamo su un capitale investito di 570) per non avere neanche quella perdita.

 

MAXICOUPON CHE STACCA IL 13,5% IL 6/12/2021

XS2336352864 Certificato emesso da Citigroup, con scadenza 8/09/2025

2

Oggi quota in lettera 970.

La particolarità di questo maxicoupon è la struttura molto difensiva soprattutto nelle cedole che per essere pagate hanno il trigger cedola posto al 45% degli strike iniziali.

Adatto dunque ai più prudenti che intendono mantenerlo in portafoglio anche post stacco cedolone. ma che presenta il vantaggio, qualora i sottostanti salissero di fare un extrarendimento in caso di autocall dopo 12 mesi (rendimento ben oltre il 20% del capitale investito)

 

MAXICOUPON CHE STACCA IL 14% IL 6/12/2021

XS2336351114 Certificato emesso da Citigroup, con scadenza 6/9/2024

XS2336351114

Oggi quota in lettera 970.

La particolarità di questo maxicoupon è la struttura molto difensiva soprattutto nelle cedole che per essere pagate hanno il trigger cedola posto al 45% degli strike iniziali.

Rispetto al precedente ha titoli più volatili ma una scadenza di soli 3 anni anziché quattro, per cui il rendimento in caso di autocall tra 12 mesi è simile, mentre a scadenza è decisamente superiore.

 

MAXICOUPON 8.0% x 3 mesi dal 11/10/2021

XS2336357749 Certificato emesso da Citigroup, con scadenza 11/9/2023

4

Il certificato quota in lettera a 977 e il titolo worst of è Delivery Hero che perde circa l’18%% dal suo prezzo di partenza (Lyft e Uber sono saliti molto dallo strike).

Adatto per portare a nuovo minus in scadenza, in quanto paga oltre 24% entro fine anno. Poi è uno zero coupon con scadenza 2 anni ma possibile autocall dopo 12 mesi.

I vantaggi di questo certificato sono molteplici:

-        È settoriale, se uno crede nel food delivery ha un rendimento migliore della stragrande maggioranza dei prodotti cash collect sul mercato

-        La certezza delle cedole (la prima a giorni) funziona come una sorta di airbag, per cui se lo pago 980 è come se lo avessi in carico a metà dicembre a 740 (in caso a scadenza sia sotto barriera perdo da 740 in giù e non da 1000 avendo incassato subito tutte le cedole), dopo lo si può considerare come uno zero coupon che rende 260 su 740 investiti in 21 mesi (35%) o in soli 9 mesi se c’entra l’autocall alla prima data utile

-        Il rendimento in caso di autocall tra 11 mesi è decisamente elevato

MAXICOUPON 4.0% x 3 mesi dal 5/10/2021

XS1575017980 Certificato emesso da Citigroup, con scadenza 7/8/2023

5

Il certificato quota in area 955, tutti i sottostanti sono saliti dal loro strike, tranne Stellantis. In pratica l’intero flusso cedolare è condensato nelle prime 4 cedole (di cui la prima già pagata) poi diventa uno zero coupon, con scadenza due anni, che di fatto prima rimborsa e meglio è; la struttura è speculare alla precedente ma molto più difensiva avendo titolo molto meno volatili.

Se dovesse arrivare a scadenza rimborsando 1000, sarebbe come avere un rendimento di 120 punti (flusso cedolare) + 45 punti (capital gain) pari a 165 punti su 955 investiti, oltre il 17% in meno di due anni, ma se considero che tra 3 mesi il capitale investito sarà di 835 il rendimento percentuale supera il 20%.

Adatto per portare a nuovo minus in scadenza, in quanto paga ancora il 12% entro fine anno, ma allo stesso tempo concorrenziale a molti cash collect che su questi titoli su questa scadenza e con questa barriera arrivano solitamente all’8% annuo.

Ma rispetto ad un cash collect normale che tra 6-12 mesi ti rimborsa in questo caso se ottengo il rimborso anticipato ottengo un extrarendimento in quanto le cedole le ho già tutte percepite: è come dire: voglio rimanere estremamente prudente ma qualora il mercato continuasse a salire il rendimento che otterrei è vicino al 20% annuo come fosse un certificato più aggressivo, ma senza prendermi i rischi di certi sottostanti.

Come vedete sono tipologie di prodotti molto differenti uno dall’altro sia come rendimento che come grado di rischio, sta a te trovare quello che può essere più indicato al tuo profilo di investitore.

Se dovessi comprare un certificato per tenerlo solo qualche mese sceglierei sicuramente uno di quelli con scadenza più vicina, se penso ad un calo della volatilità sicuramente il più sensibile è il primo con la maxicedola del 40%, se volessi stare molto sulla difensiva opterei per l’ultimo, se miro solo a comprarlo e rivenderlo post stacco cedola penso sia meglio il primo (impegno meno capitale) ma andrebbe comprato subito intanto che la volatilità è alta (solitamente quando la cedola è molto alta il prezzo tende a salire prima dello stacco, per cui eviterei di comprarlo prima dello stacco per venderlo subito dopo facendo il gioco dell’Emittente.

  • Se devo spostare 4000€ di minus mi basta comprare 10 certificati col primo mentre ne devo comprare anche più del doppio negli altri casi
  • Supponiamo di perdere il 2% per poter spostare le minus, è ben diverso perdere il 2% su 10000€ (quello che spenderei col primo) che su 25000€ (quello che dovrei spendere comprando l’ultimo)
  • Inoltre il primo certificato è quello che avrà più compratori post stacco cedola, in quanto quoterà molto basso e attirerà molti trader tra cui anche il sottoscritto, per cui sarà più facile monetizzarlo una volta staccata la cedola senza doverlo vendere sul bid del Market Maker


Spesso molti di voi non pensano a queste sfumature, io forse sono esagerato nell’altro senso, ma io ne ho fatto la mia professione e se sommiamo tanti dettagli minuscoli vi assicuro che a fine anno c’è una differenza abissale nel risultato.

Per cui non prendetemi come un pignolo perfezionista ma imparate a prendere questi piccoli insegnamenti come spunti di riflessione, vedrete che col tempo difficilmente vi farete ingannare dalle sponsorizzate degli Emittenti e deciderete sempre e solo dopo aver fatto un’analisi di cosa offre il resto del mercato.

Dicembre è ancora lontano e potrebbe non avere senso prendere dei maxicoupon con cedole sotto al 10-15% quando sul mercato esistono prodotti che pagano coupon del 10% trimestrale (eclatante a inizio settembre il certificato di Smart Etn codice Isin XS2268324915 che se comprato a 1097 prima dello stacco del 10% avrebbe permesso di incassare nell’anno due cedole del 10%, senza perdere nulla, anzi ora a dicembre va a rimborso) o altri prodotti simili.

Se avete minus in scadenza nell’anno, prima di agire in modo impulsivo sul primo prodotto che vi capita a tiro, potete chiedere una coaching gratuita e sicuramente avrete delle risposte interessanti dai miei tutor.

Ricordo inoltre l'appuntamento con il prossimo Webinar gratuito "GB Certificates":

ISCRIVITI AL WEBINAR GRATUITO "GB CERTIFICATES"

 Lunedi 18 Ottobre ore 14.00

Se non riesci a partecipare iscriviti in ogni caso così potremo inviarti il link con la registrazione del webinar

 A presto

Giovanni Borsi