Quest’anno ancora una volta assistiamo alla buffonata degli Italian Certificate Awards, in cui si cerca di accontentare un po' tutti gli Emittenti elargendo premi a pioggia e poter tutti dire alla propria clientela che si è stati premiati come miglior certificato.....

I premi sono sempre 12 ma solo 6 vedono votare il pubblico: sono proprio curioso di vedere chi vincerà. Queste le categorie e i premi dove possiamo partecipare al voto:

  • Certificato dell’anno
  • Emittente dell’anno,
  • Premio alla capacità di innovazione
  • Premio speciale best broker online,
  • Premio speciale best distribution network reti bancarie
  • Premio speciale best distribution network reti private.

Tra i certificati in concorso non so come si possa partecipare con dei banalissimi certificati a capitale protetto (ovviamente emessi a marzo e aprile ai minimi di mercato) o con dei normalissimi phoenix (cosa dovrebbero avere meglio di altri?) o dei maxicoupon solo per la botta di culo di essere andato in autocall; e cosa dire del coraggio di IG di presentare un Turbo24 su Nasdaq100 che è arrivato sì anche a ventuplicare il valore di partenza ma solo dopo aver evitato per un pelo il livello di Knock out (in realtà l’indice era sceso sotto al livello di Knock-out ma non nell’orario di contrattazione ufficiale): forse l’Emittente non ha capito che il premio non va a chi ha il prodotto che ha performato di più ma al prodotto migliore, del resto cosa ci si può attendere da un Emittente abituato a fare CFD?

Avevo messo sott’occhio questo prodotto di Unicredit, codice Isin IT0005381386, un equity protection con l’autocall, in quanto visto che per me sono tutte delle ciofeche piazzate allo sportello con durata 6-7 anni, pensavo finalmente un prodotto che può rimborsare prima!!

Peccato che una volta che l’ho analizzato ho capito che se l’innovazione sta nel mettere le clausole a favore dell’Emittente siamo veramente messi bene: già il prodotto è in dollari e non in euro, ma mettere la partecipazione up al 100% per poi l’anno prima della scadenza mettere l’autocall con un premio del 4,2% a me sembra una vera e propria presa per il culo: pensate se il nostro indice va a 30000 nel 2023 con un +30% noi veniamo rimborsati 1042 dollari anziché 1300, per cui il 100% del rialzo lo potremmo ottenere solo se il rialzo avviene tutto nell’ultimo anno di vita!!! Chissà che rischi che si è presa Unicredit nel fare un prodotto così geniale!!

Alla fine la mia scelta va su entrambi i prodotti presentati da Leonteq, scelti ovviamente tra quelli che hanno avuto le performance migliori del mercato, però almeno in entrambi i prodotti c’era qualcosa di innovativo, in uno codice Isin CH0555288809 c’era la possibilità di prendere un coupon di ben il 40% alla prima data utile per l’autocall, il secondo codice Isin CH0535738600 per la clausola Reload che ci evita problemi qualora un solo titolo sia particolarmente negativo.

Per cui ancora una volta cosa possiamo dire di questa magra edizione degli Italian Certificate Awards?

Gli Emittenti si daranno due pacche sulle spalle l’un l’altro, complimentandosi di come sono stati bravi, i premi come sempre andranno un po' a tutti, così da uscire tutti felici e contenti e potersi vantare in qualche sponsorizzata dei premi ricevuti.

Noi che passiamo tutte le emissioni di certificati ai raggi x e ci interessano ben poco i riconoscimenti da salotto, non abbiamo trovato grandi spunti di interesse, men che meno da inserire in portafoglio. Chi ci segue da anni, sa che ci interessa ben poco patteggiare per un emittente piuttosto che un altro, basta vedere la ferocia con cui sul nostro gruppo Facebook (iscriviti qui) abbiamo attaccato Vontobel, nonostante lo consideri ancor oggi il miglior Emittente del 2020, ma il nostro essere totalmente indipendenti ci permette di poter esprimere giudizi su qualsiasi Emittente, nessuno ci può pagare per farci dire quello che vuole, lo abbiamo sperimentato all’inizio della nostra attività quando abbiamo fatto l’errore di accettare la sponsorizzazione di un Emittente e mai più lo faremo, il valore della nostra indipendenza non ha prezzo.

Non avremmo mai potuto scrivere un libro così completo come I CERTIFICATI DI INVESTIMENTOdove non diamo volutamente lo stesso peso a tutto l’esistente (vedi i certificati a leva che non vanno premiati, ma piuttosto vanno tolti dal mercato, e così per tanti altri…), ma ti indichiamo chiaramente quali sono le cose che devi sapere riconoscere e i principi cardine dell’arte del confronto per scegliere non quelli che arrivano primi alle gare in giacca e cravatta, ma quelli che arrivano primi sul mercato.

Ma soprattutto ti mettiamo all’erta su come sono soliti agire gli Emittenti, sui loro scherzetti e comportamenti a dir poco disdicevoli nell’attività di pricing sul mercato.

Come mai non c’è un premio per la migliore attività di Market Maker ??

Basata su:

  •         Orario in cui compare al mattino sul mercato: in questo il migliore per me è Vontobel che già fa vedere il prezzo bid e ask teorico del certificato sulla base dei teorici di apertura dei titoli sottostanti
  •     Quantità esposte in bid e ask: uno dei migliori è sicuramente Unicredit che espone quantità che permettono anche grandi acquisti
  •         Spread denaro lettera max dell’1%: in questo caso ce ne sono diversi bravi, Citigroup è uno dei migliori, Vontobel spesso nasce con un punto e poi allarga a un punto e mezzo, Unicredit fa anche meno di 1 punto ma a volte allarga decisamente lo spread, soprattutto quando deve pagare (vedasi certificato reverse su Bper)
  •        Assenza dal book: a marzo uno degli Emittenti migliori è stato sicuramente Leonteq, ha allargato a un punto e mezzo lo spread ma di fatto con una volatilità così alta era comunque il migliore del mercato

I peggiori in tutte e 4 queste votazioni sono e rimangono Exane e Natixis, mi verrebbe da chiedere loro cosa pensano di fare nel loro futuro.

Penso che con la pubblicazione di questo articolo sulla mia pagina Facebook lancerò anche un sondaggio per chiedere agli utenti del gruppo un loro personale giudizio sull’Emittente migliore come attività di Market Maker (non come prodotti, a volte ci vuole anche fortuna ad avere i prodotti giusti al momento giusto e in un anno con grandi mutamenti non mi sorprende che i migliori prodotti siano quelli di Vontobel, semplicemente è in grado di emettere un prodotto in due soli giorni andando incontro più velocemente degli altri alle esigenze del mercato)

Colgo l’occasione per ricordarti il prossimo webinar gratuito sui Certificates il 28 dicembre alle ore 14:00.

 

ISCRIZIONE AL WEBINAR GRATUITO "GB Certificates"

28 Dicembre ore 14.00 

Inoltre visto la grande richiesta di formazione sugli Aumenti di Capitale il 18 gennaio dalle 14.00 alle 17.00 terrò un CORSO ONLINE SUGLI AdC dal costo di 366€ (300€+iva) che sarà gratis per chi contestualmente sottoscriverà un abbonamento al servizio annuale AdC.

 

ISCRIZIONE AL CORSO ONLINE AUMENTI DI CAPITALE

18 GENNAIO ore 14.00 

Per ora grazie di far parte della nostra community e tanti cari Auguri di Buon Natale  e Buone Feste per riscoprire i veri valori della vita e le cose che contano veramente!

Giovanni Borsi e lo staff GB Investing