Per l’ennesima volta ribadiamo quanto detto innumerevoli volte in precedenza: le minusvalenze vanno gestite per tempo e più ci si avvicina a fine anno e più è facile rimanere invischiati in tante offerte a dir poco ingannevoli di tanti Emittenti che in questi mesi hanno visto crollare i volumi sui certificati ed ora probabilmente vogliono guadagnare più del dovuto su questi prodotti, sapendo che chi li compra li compra per necessità impellente per cui non sta molto a guardare cosa compra, ma guarda solo all’effetto che generano sul suo zainetto fiscale.

Sicuramente gli Emittenti approfittano del fatto che molti cercano la soluzione per le proprie minus in scadenza a fine anno solo ora, per cui comprano qualsiasi cosa che gli risolva il problema senza rendersi conto che lasciano 3-4 punti percentuali all’Emittente.

I certificati maxicoupon andrebbero sempre comprati a 15-30 giorni dallo stacco o anche prima, così che si possa beneficiare del rialzo del prezzo prima dello stacco ed evitare l’inevitabile perdita post stacco (sappiamo tutti che il certificato tende a perdere più di quanto stacca di maxicoupon).

Peccato che ora i giorni che mancano a fine anno sono sempre meno per cui sta diventando una gara contro il tempo.

A breve (2 giorni) stacca questo prodotto di Leonteq che, considerati i prezzi dei sottostanti, è abbastanza ben prezzato e potrebbe anche tenere i prezzi dopo lo stacco del cedolone.

Codice Isin CH0572907381

1

Interessante se lo si riuscisse a comprare in area 1055-1060 così da poter contare di riuscire a rivenderlo magari a inizio anno in area 900 senza perdere un euro ed essendo riusciti a beneficiare in toto del 17% di maxicoupon.

Spesso ti consigliano questo o quel maxicoupon ma nessuno ti fa i conti in tasca di quanto potrebbe valere il certificato una volta staccato il maxicoupon, noi invece ce ne preoccupiamo assai, non ci piace regalare soldi agli Emittenti e dobbiamo essere sempre attenti ai prezzi cui compriamo.

L’anno scorso c’era gente che impazziva e comprava questo prodotto (XS1973535203) a piene mani con Nokia a -30% dallo strike, magari lo avevo citato in qualche mio articolo quando valeva meno di 90, pagarlo 97 con Nokia a -30% mi sembrava una follia ma anche i miei richiami sul gruppo facebook per consigliare di venderlo prima dello stacco furono vani, troppa gente era a caccia di maxicoupon e ha preferito regalare soldi a Credit Suisse. 

Quest’anno abbiamo consigliato questo che è ancora molto interessante (definirlo interessante è legato alla struttura ma anche al prezzo di mercato e alla serietà dell’Emittente):

Codice Isin XS2240090899 

2

La maxi cedola del 30% abbinata ad un prezzo di circa 850 lo rendono decisamente il top sul mercato in questo momento, di fatto una volta incassato il maxicoupon sarebbe da tenere in portafoglio, di fatto si avrebbe una sorta di airbag del 45% (avendolo in carico a 550) le cedole successive del 6% sarebbero di fatto del 11% sul capitale investito di 550 e l’eventuale rimborso anticipato all’8 di giugno del 2021 permetterebbe un rendimento del 85% (su 550 investiti) nei sei mesi post stacco cedolone.

Un certificato che potrebbe soddisfare tutti, probabilmente da tenere in portafoglio:

  • soddisfa chi ha urgente bisogno di una maxicedola per compensare minus in scadenza nel 2020
  • soddisfa chi voglia investire con un buon flusso cedolare (se anche non rimborsa in anticipo potrebbe rendere a scadenza oltre il 25% all’anno tra flusso cedolare e capital gain)
  • soddisfa chi è ottimista e punta al rimborso anticipato e potrebbe ottenere una mega performance alla prima data di autocall (quasi l’85% in sei mesi dall’8 dicembre)

Ovvio che un rendimento del genere è associato alla volatilità dei titoli sottostanti, tutti comunque che godono dei favori del mercato nel lungo periodo.

Al contrario dello scorso anno con il prodotto di Credit Suisse che aveva Nokia a -30% dal suo strike, questo ha Beyond a -30% dal suo strike ma è giustamente prezzato in area 850, è chiaro che con Beyond a -30% non lo comprerei mai a 920-950 e se ci dovesse andare prima dello stacco con Beyond ancora a -30% preferisco venderlo che incassare la cedola !!

Personalmente noi di Gbinvesting lo abbiamo costantemente nel mirino, dopo averlo comprato una prima volta a 916,36 e poi anche a 870,91e rivenduto in gain a 917,67, lo abbiamo ricomprato a 825,15 e rivenduto ancora a 865 (due gain del 5%)  e stiamo guardando se ricomprarlo di nuovo (se lo comprassi a 850 e ci togliessi 90 punti guadagnati e 300 punti di cedola dubito che potrei mai perdere, avendolo in carico post cedola a 460): le oscillazioni dei titoli americani di questi giorni ci hanno permesso questi mordi e fuggi.

Noi possiamo anche comprare un prodotto con lo scopo di incassare il maxicoupon, ma se il prezzo del prodotto poi diventa prezzato troppo alto non ci pensiamo due volte e lo vendiamo.

Tuttalpiù se non riusciremo poi a comprarlo di nuovo andremo a cercare altre opportunità, ma intanto un 9% di minus le ho recuperate davvero (non posticipate, che è una cosa assai diversa).

Se poi non riesco a comprarlo mi rimarrebbe questo che stacca il cedolone per ultimo a metà dicembre, questo certificato quota non tanto sopra la pari ma almeno ha un maxicoupon del 20%, i titoli sottostanti sono decisamente meno volatili dei precedenti e siamo ancora abbastanza distanti dalla cedola per cui sicuramente è ben prezzato dall’Emittente.

CODICE ISIN: XS1575023368

3

 

Perchè non dovete comprare quelle schifezze che vi propongono col 10% di maxicoupon su cui poi perdete sicuramente 3-4 punti? Perchè per maxicedole così basse allora è meglio andare su certificati che queste cedole le staccano ogni 3 mesi come ad esempio questo di Leonteq codice Isin CH0524352306 che stacca il 7,5% a dicembre e a marzo un altro 7,5% e probabilmente rimborsa avendo tutti i titoli abbondantemente sopra strike (il peggiore è Netflix che dovrebbe perdere un 30% per non far andare in autocall il certificato); certo lo pagate 1120 per cui da qui a marzo vi rimane un 3% (due cedole del 7,5% +1000) ma meglio un 3% e aver spostato un 7,5% di minus che un 10% ed aver spostato un 10% perdendo un altro 3%.

Capire come si muove un prezzo di un certificato non è cosa semplice, c’è chi utilizza software, c’è chi li sa scegliere e li monitorizza costantemente.

Noi di Gbinvesting abbiamo la fortuna che da qualche mese abbiamo entrambe queste opportunità ed i nostri abbonati hanno avuto già diverse segnalazioni in merito.

Inoltre proprio venerdì abbiamo fatto un meraviglioso corso online sugli arbitraggi in cui oltre agli arbitraggi veri e propri (merce comunque rara) ho spiegato come scovare opportunità a basso rischio (errori di prezzo e/o operazioni dall’ottimo rapporto rischio-rendimento).

Per chi se lo fosse perso può vedere la registrazione ed entrare nella nostra chat esclusiva riservata ai corsisti in cui per 6 mesi saremo a caccia di errori ed occasioni di ogni genere (azioni, opzioni, certificati……), per dirla con termini che sono solito usare: il più bel corso di sempre come rapporto rischio-rendimento, non so con che coraggio qualcuno mi ha detto che è caro!

Colgo l’occasione per ricordarti il prossimo webinar gratuito sui certificates lo terrò il 19 novembre alle ore 14:00.

 

ISCRIZIONE AL WEBINAR GRATUITO "GB Certificates"

 

19 Novembre ore 14.00 

 

Un caro saluto

Giovanni Borsi e il Team GB Investing