La vignetta vuole risaltare come la Consob permetta che una società quotata come la Juventus possa aggiustare i bilanci (come fanno quasi tutte le società di calcio in perdita) con operazioni che vanno a falsarne gli attivi gonfiando un patrimonio netto che altrimenti sarebbe negativo: in questo articolo si capisce come la società abbia scambiato giovani giocatori a prezzi folli unicamente per contabilizzare false plusvalenza dalle cessioni così da tamponare le falle del bilancio corrente (ridurre la perdita) e contestualmente aumentare il patrimonio netto della società (che altrimenti rischierebbe di andare in negativo): se solo contabilizzassimo il parco giocatori ai prezzi correnti (scesi per via del Covid del 20-30%) emergerebbe un dissesto finanziario e una urgente necessità di ulteriore ricapitalizzazione; più che la Consob, che al massimo rischia la faccia, mi verrebbe da dire: ma le banche che prestano soldi alla Juventus accettano di buon grado questa contabilità “allegra”?

Non mi auspico di certo che crolli tutto il sistema, visto che gran parte dello sport più amato e seguito al mondo usa questi stratagemmi per sopravvivere, ma se dovesse collassare e i risparmiatori azionisti perdere soldi, e le banche creditrici pure, non vorrei poi che arrivasse il salvagente del governo che, “per l’interesse popolare” caccia i soldi (i nostri soldi) che servono a sanare la situazione.

Già il teatrino su Alitalia che dura da 16 anni e quello su BMPS che dura da almeno una decina sono significativi di un’Italia governata, che sia destra o sinistra poco cambia, da una manica di ...: chissà se con Draghi vedremo la fine almeno di questi due teatrini che sono costati agli italiani almeno un paio di finanziarie.

Ricordo ai miei lettori che l’ANALISI FONDAMENTALE ha ancora una sua valenza, soprattutto nel lungo periodo, per cui sono convinto che il popolo che ha investito in Game Stop alla fine rimarrà col cerino in mano così come chi è azionista di una qualsiasi società di calcio: poi c’è chi ha avuto il giusto timing di entrata e di uscita e potrà anche dirmi che ha guadagnato su Game Stop o sulla Juventus andandoci long, ma saranno comunque sempre casi sporadici e di gente sveglia che sa quando il gioco diventa pericoloso e ne sa uscire per tempo.

Personalmente è da luglio che vado solo short sulla Juventus e ho chiuso tutte le operazioni in gain, basta entrare con poco, al limite incrementare lo short, per assurdo mi verrebbe da farci un piano di accumulo short in attesa che la verità venga fuori e che anche la società dichiari che ha bisogno di un ulteriore rafforzamento patrimoniale: è solo questione di tempo.

Ma veniamo ad oggi e alle tante operazioni attese dal mercato:

Cattolica Assicurazioni: 200 milioni

Banca Monte dei Paschi di Siena: 2.500 milioni (più tarda a farlo e più la cifra tenderà ad aumentare)

Oviesse: 80 milioni

Autogrill: 600

Roma Calcio: 150 milioni

Innovatec: 25 milioni

Oltre a questi ci sono quelli possibili, magari smentiti, ma che, visto il perdurare della crisi, dubito che non verranno fatti: si vocifera che Fincantieri necessiti di 1,5 miliardi e che la Juventus entro fine anno possa dover fare nuovamente richiesta al mercato.

Ma ogni giorno è buono per far uscire qualche notizia e tra i miei candidati c’è sicuramente una Saipem che di sicuro ha di fronte anni bui in cui non sarà facile acquisire nuove commesse dai giganti dell’oil.

Molti dei nostri lettori, dopo la grande operazione fatta con Banca Popolare dell’Emilia Romagna, si sono già abbonati e da allora mi hanno visto all’opera sulle seguenti operazioni: Rolls Royce, Alstom, Drone Volt, Tesmec, Tui, Vantea tutte chiuse in buon utile.

Ma pochi sanno che oltre alle vere e proprie Ipo o agli aumenti di capitale, spesso prendo posizione anche su titoli chiacchierati che potranno essere oggetto di aumenti di capitale, ad esempio da luglio ad oggi ho già fatto diverse operazioni su Bmps e su Juventus per oltre 5000€ di profitti aggiuntivi.

Continuo a ricevere email di gente che mi dice che si vuole abbonare non appena ci sarà il prossimo grande aumento di capitale, non si rende minimamente conto delle opportunità che sta perdendo e che quando partirà l’operazione per la quale si vuole abbonare probabilmente avrà già perso la parte short (per mancanza di prestito titoli) e si dovrà accontentare della parte long.

È per questo motivo che ti ho preparato un’offerta imperdibile, un anno di formazione ad un prezzo speciale comprensivo della registrazione del bellissimo corso online fatto il mese scorso.

È ora il momento giusto, te lo dice la mia esperienza in materia, lo so che ricevi tanti suggerimenti utili gratis grazie a queste newsletter o accedendo al mio gruppo facebook, ma con Banca Popolare dell’Emilia abbiamo fatto uno sforzo immane, io e tutto il mio staff, per far partecipare anche molti non abbonati, venivamo dal Covid e molti, non solo i nostri abbonati, avevano il bisogno di un’operazione “facile” come Bper per riprendere fiducia.

Anche il corso online fatto a gennaio ci ha permesso di preparare i nostri utenti ad affrontare la grandissima stagione di operazioni straordinarie che ci aspetta in questo 2021.

Cogli l’occasione ora, arrivato a quota 200-220 iscritti nel gruppo telegram non prenderò più nessuno almeno fintanto non abbia trovato un altro tutor esperto che mi possa garantire l’assistenza alla formazione che i miei clienti tanto apprezzano e che ritengo sia uno dei nostri fiori all’occhiello, perché l’alta formazione che ci contraddistingue da sempre ha bisogno di un’assistenza di pari livello, che solo i tutor Alessio, Giorgio e Marco mi hanno sempre potuto garantire.

Se sei interessato al nostro servizio sugli aumenti di capitale, manda una email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. col tuo contatto telefonico e l’orario cui essere contattato e già potrai parlare con uno di loro che ti illustrerà i costi e in cosa consiste questo servizio o prenota subito quì una call.

Sì perché da noi di Gbinvesting non esiste la figura del venditore e già al primo contatto potrai parlare con chi ti seguirà anche dopo, ovviamente tutto diretto e supervisionato dal sottoscritto.

Ci tengo a sottolineare una email ricevuta qualche giorno fa:

“Salve, come indicato sul libro, allego la ricevuta di acquisto. Devo ancora iniziare a leggerlo, ma sono sicuro che non deluderà le attese. Intanto faccio i complimenti allo staff di GB Investing per la qualità, la professionalità e, non ultimo, la discrezione nel trattamento dei
dati personali. Grazie”

Questo per ribadire che noi di Gbinvesting rispettiamo i nostri lettori, non è necessario falsificare il numero di telefono che inserisci in sede di registrazione al sito per sentirti tutelato, noi non vendiamo i dati dei nostri utenti e non li massacriamo di telefonate commerciali come purtroppo succede sempre più spesso in questo settore.

Questa forse sarà la email più commerciale che tu abbia mai ricevuto da parte mia, chi mi conosce sa che non sono certo il tipo che spinge a pagare questo o quell’abbonamento ma oggi so che difficilmente potrò figurare male con chi si abbona adesso al nostro servizio di eccellenza (non ho mai chiuso un anno in perdita su questa tipologia di operazioni da quando le faccio, ossia dal 1994) perché so già che, quando si entrerà nel vivo delle operazioni, anche i miei uomini dovranno gestire al meglio il poco tempo a disposizione: non è essere scortese, è rispettare chi ti ha pagato un servizio.

E quelli che non si saranno preparati per tempo rischieranno di non fare l’operazione, magari solo per mancanza del broker giusto o perché ancora non ci hanno capito nulla e si devono ancora guardare il video corso.

Se ci stai pensando Il momento giusto è ORA

Alla prossima

Giovanni Borsi

p.s.: vuoi candidarti ad essere il prossimo collaboratore della Gbinvesting? Mandami una email con le tue conoscenze di finanza, le tue motivazioni e i tuoi desideri ed eventualmente fisseremo un colloquio

ADCALL