L’accoppiata vincente: i certificati con sottostanti una coppia di titoli

In questo nuovo articolo porto alla vostra attenzione 4 certificati long e 2 certificati reverse fatti con coppie di titoli: i certificati long sono tutti su titoli italiani, diciamo che sono validi per chi crede che l’Italia sia vicina al fondo, mentre i certificati reverse sono su coppie di titoli americani e possono essere adatti a chi crede che siamo di fronte ad un periodo di instabilità in cui difficilmente si potrà vedere crescere ancora certi titoli, soprattutto quelli americani, di certo più vicini ai massimi di quanto invece sia l’Italia.

Alla fine per guadagnare bene con questi certificati basta poco, ossia basta che si calmi un po’ il mercato:

  • per quanto riguarda l’Italia basta che i minimi siano stati quelli dell’ultimo trimestre 2018 o anche più bassi di un 10-20%, visto che i 4 certificati in questione hanno fatto strike proprio in ottobre 2018 ed hanno barriere poste al 70% dei rispettivi strike price
  • per quanto riguarda il mercato Usa basta che non si torni su nuovi massimi dopo la violenta discesa dello scorso anno; questi due certificati sono nati a fine gennaio per cui già hanno beneficiato di un rimbalzo del mercato americano ed hanno comunque barriere poste a ben il 40% sopra ai loro strike (stiamo parlando di reverse, ossia di certificati che guadagnano se i titoli sottostanti scendono o comunque non salgono oltre ai livelli di barriera.

In definitiva il pregio dei certificati sta nel fatto che ci si può anche sbagliare nelle previsioni sul sottostante se questo comunque ci va contro ma non troppo e le premesse per il 2019, dopo un primo rialzo dl 10% circa, vedono gran parte degli operatori attendersi una performance del + o – 10%, ideale proprio per chi investe in certificati. Il vantaggio della coppia di titoli sta poi nel fatto che in certi casi (vedasi Fca e Stm) solo un titolo è sotto strike per cui posso focalizzare la mia attenzione su un singolo sottostante ma beneficiare di un rendimento che tiene comunque conto anche della presenza dell’altro sottostante.

Ma analizziamoli uno per uno:

  1. Entrambi i titoli sono sopra strike e il certificato quota sotto la pari per cui si può ambire anche al rimborso anticipato ad ottobre che ne farebbe crescere il rendimento.
  2. E’ un certificato sull’OIL ed il worst of è Tenaris. Quota in area 900, particolarmente adatto a chi crede nel titolo Tenaris.
  3. In questo caso il worst of è Fca, il certificato già offre il rendimento del 12% annuo cedolare e si può comprare sotto la pari a circa 945 grazie al ribasso di Fiat dei giorni scorsi.
  4. Certificato che rende oltre il 13% anno anche se il rialzo di questi giorni lo ha portato ad un prezzo superiore a 1000
  5. Trattasi di un reverse su due titoli saliti di oltre 10% dallo strike. Proprio per questo si compra in area 900; la scadenza inferiore ai due anni e la barriera posta al 140% dei prezzi iniziali lo rendono ancora un prodotto ideale per hedgiare posizioni long sul mercato tecnologico americano. Il rendimento a scadenza è di circa il 25%
  6. Certificato simile al precedente come struttura. Presenta due titoli saliti leggermente rispetto allo strike iniziale pertanto lo sconto sul nominale è inferiore rispetto al precedente. Il rendimento cedolare è pur sempre di un 18% e calcolando il prezzo ad oggi di 970 aggiunge un ulteriore 3 % circa in meno di due anni.

rompicedole5 certificato1 rompicedole5 certificato2

rompicedole5 certificato3 rompicedole5 certificato4

rompicedole5 certificato5 rompicedole5 certificato6

In questa fase di mercato in cui molte persone sono reduci da situazioni di difficile gestione dei propri portafogli certificates, dovute alle perdite dello scorso anno potrebbe essere interessante valutare:

  1. se mantenere in portafoglio questi prodotti
  2. sostituirli con altri prodotti simili dalle maggiori potenzialità di recupero.

Ma anche chi ha azioni in portafoglio in perdita potrebbe beneficiare di uno switch su un certificato: ce ne sono tanti che in caso di mercato fermo o risalita del sottostante sono in grado di performare decisamente meglio dell’azione stessa, per cui decisamente meglio dell’azione stessa. L’attuale momento di volatilità permette di avere importanti opportunità da poter sfruttare.

Se vuoi approfondire quando per noi un certificato va sostituito con un altro puoi chiedere direttamente al tuo tutor se sei abbonato ai nostri servizi, se invece ancora non hai un tutor di riferimento puoi

prenotare qui una coaching gratuita

Alla prossima
Lo staff di GBinvesting