4 Maggio 2024 Certificati

Siamo oramai a primavera inoltrata, nonostante il rialzo dei mercati e le tante autocall degli ultimi mesi, mi vengono richiesti sempre dei certificati maxicoupon, soprattutto dai consulenti finanziari alle prese con gli zainetti fiscali dei loro clienti.

Io da sempre vado predicando che occorrerebbe pensare al recupero minus già ad inizio anno, la cosa potrebbe avvenire in maniera più graduale e senza pagare commissioni implicite all’Emittente di turno.

Per cui cerchiamo almeno di evitare di prendere il primo prodotto che capita, solo perché soddisfa l’esigenza di spostare in avanti le minusvalenze, ma analizziamo attentamente la struttura e vediamo di non cadere nelle trappole create ad arte dagli Emittenti per riuscire a far preferire la propria offerta tra le tante proposte che si vedono sul mercato.

Nel mio ultimo articolo dello scorso anno citavo questo prodotto, che definii il maxicoupon del futuro: lo sostenevo con ragionevole certezza perché era una soluzione che superava tutte le criticità dei certificati e soprattutto perché di fatto il maxicoupon in quel caso era una partita di giro, il certificato di Smart Etn codice Isin IT0006760166   era un normalissimo phoenix che scadeva dopo un anno e rendeva il 10,80% annuo, per cui non c’era da sperare che andasse in autocall, anche se poi c’è andato alla prima data utile proprio a fine aprile, nonostante i mal di pancia che magari qualcuno ha patito per via della vicenda Cirdan.

Pensavo fosse possibile replicare almeno la struttura con altri Emittenti, ma molti di loro non vogliono farlo perché sostengono sia elusione fiscale, ma così non è perché anche la prima cedola era comunque condizionata anche se poteva sembrare una partita di giro; probabilmente gli Emittenti non vogliono promuovere prodotti su cui hanno pochi margini di guadagno, per cui non ci stanno a perdere il business dei maxicoupon classici che a loro rendono molto di più, rispetto alla geniale idea innovativa trovata lo scorso anno.

Chi è interessato a spostare in avanti delle minusvalenze perciò dovrà continuare a stare su strutture classiche come questa proposta da Marex:

Codice Isin: IT0006763392 con scadenza 4 maggio 2028

Grazie allo sconto sul prezzo (circa 960 l’ask dell’Emittente) il certificato ha un discreto rendimento, circa il 12% sul capitale investito posta stacco cedolone (960-20= 760), che ovviamente verrebbe decisamente amplificato in caso centrasse l’autocall alla prima data utile tra un anno (il rendimento sfiorerebbe il 30% annuo)

Per il momento accontentiamoci del meglio che passa sul mercato, ma io non demordo e continuerò a cercare un Emittente coraggioso che voglia replicare l’idea del maxicoupon come partita di giro e scadenza un anno, era un’ideale geniale che faceva veramente gli interessi del cliente. Peccato !!

Ma se vuoi saperne di più sui tanti modi che ci sono per spostare e/o recuperare le minus in modo più efficiente puoi sempre chiedere una coaching gratuita ai nostri esperti, potremmo andare sul mercato e trovare vecchi prodotti che potrebbero pagare laute cedole così da compensare le minus in altro modo, forse in maniera meno aggressiva, ma però centrando il recupero delle minus e non solo lo spostamento in avanti.

Ad esempio a marzo 2024 abbiamo suggerito a 105.10 questo certificato con solo Volkswagen w.o. sotto strike (codice Isin DE000VU44K70) con cedole trimestrali del 5%, è andata bene che non è stato rimborsato in autocall ed ha già pagato una cedola del 5% a marzo e ne pagherà altre 3 del 5% entro l’anno (sempre se non va in autocall prima) per poi scadere a marzo 2025 per un rendimento di quasi il 20% in poco più di un anno

Ma il mio consiglio è di chiedere una coaching gratuita con uno degli esperti della TutorAcademy così da evitare qualsiasi mossa azzardata e soprattutto impulsiva, il recupero delle minusvalenze in scadenza va pianificato, mai fatto di corsa quando si è quasi fuori tempo massimo.

Servizi di Formazione Specialistica

Ricordo che i prossimi webinar saranno in diretta streaming sul nostro canale YouTube: ti invito a iscriverti al canale così che tu possa rimanere aggiornato sulle nuove pubblicazioni

Entra e iscriviti al canale YouTube

Giovanni Borsi

p.s.: nasce un nuovo servizio in casa GB Investing, denominato servizio liquidità: testato oramai da quasi un anno, ha ottenuto risultati straordinari, soprattutto regge benissimo ai ribassi del mercato; chiedi info alla info@gbinvesting.com, affrettati perché è in offerta lancio a 250€ + iva