Sono passati 6 mesi dal mio articolo dove spiegavo l’UNICO modo esistente al tempo per recuperare le minusvalenze (non spostarle semplicemente, ma recuperarle, che è ben diverso!) e lo puoi rileggere qui:

http://www.eduwebcertificates.it/il-punto-di-giovanni-borsi/948-come-recuperare-le-minusvalenze-del-2012.html

Ogni operazione in Borsa può essere distinta in due macrofasi: la semina e la raccolta.

D’altronde, ad ogni azione corrisponde una reazione, così come ad ogni semina corrisponde una raccolta.

 

Ma ci sono semine e semine e raccolti e raccolti e non è garantito da nessuna parte che la semina che stai facendo porterà alla raccolta che stai auspicando.
Magari ti stai impegnando, stai usando prodotti e strategie che sono entrate nel tuo know how chissà come e i risultati sono quelli che sono, facilmente anche molto lontani dalle tue aspettative.

Qualche bella piantina sarà nata, ma è stata fortuna
o è frutto di un metodo rigoroso?

E per ogni bella piantina fiorita, quante altre in proporzione non sono sbocciate?

E quanta fatica hai fatto?

Lo sforzo profuso è stato in linea coi risultati ottenuti
o ti senti di avere dato 100 e di avere ricevuto in cambio 10?

Ormai ho un seguito importante e questo è merito dei tanti lettori come Te, eppure tuttora non c’è giorno che non mi arrivi qualche illuso ed ingenuo, tipicamente proveniente dalle truffe del forex e delle opzioni binarie, che mi chiede di fare un paio di giorni di scalping di fianco a me per poi farlo anche lui… Che carini…


Ecco questi profili la semina non ce l’hanno manco in testa e sono senza ombra di dubbio destinati a raccogliere aria.
Prima di raccogliere i frutti, che non cascano di certo dal cielo, bisogna innanzitutto trovare un terreno fertile, poi dissodarlo, zapparlo, spietrarlo, vangarlo, ararlo, fresarlo, estirparlo, erpicarlo, spianarlo, rullarlo… sicuramente ci sarà anche qualcosa d’altro da fare… ma il concetto direi che è chiaro: di sicuro non lo puoi fare in un paio di giorni!


Poi c’è anche il fattore C, come una bella pioggia al momento giusto, fattore fuori dal nostro controllo, ma… “Fortuna audaces iuvat” dicevano i Latini… la fortuna pura ti può anche capitare una volta, ma se non la “coltivi” la prossima volta sarà andata ad affiancare qualcuno che questa fortuna se la sta MERITANDO di più…


Non potendo controllare l’incontrollabile, concentriamoci sul controllare le variabili su cui possiamo intervenire… Vi assicuro che ce n’è già abbastanza così, senza dovere per forza andare a scomodare l’incontrollabile…


La nascita del sito www.eduwebcertificates.it, risalente ad aprile 2014, è stata per me (e per VOI) una grande opportunità di semina.


Ed i frutti stanno arrivando eccome sia per noi, sia per chi ci legge e soprattutto ci segue.
Pochi giorni fa ho ricevuto questa bellissima mail da parte di Giovanni:


“Ciao Giovanni,
non finirò mai di ringraziarti per avermi fatto conoscere i certificates, ed in più con un sito gratuito.
A me sembra di aver trovato il "paradiso dell'investitore", continuo a studiare i Tuoi video ma sono già piazzato, nel mio piccolo, per avere una rendita di 120€ mese 
che è fantastica se fatta con un mini-capitale!
Grazie ancora per il servizio che offri!”


Sono queste le mail che desideravo ricevere quando progettavo il sito ormai 3 anni fa, mica quelli che arrivano e ti dicono: “ho 1000 euro e ti do le password, in quanto tempo me li raddoppi?”… No tesoro, non ci siamo, le password te le puoi proprio tenere e sarebbe meglio che quei 1000 euro li investissi “diversamente”.


Torniamo ora ai numeri, visto che siamo qua per questo:


il certificato che avevo illustrato lo scorso ottobre per il recupero delle minusvalenze (ISIN: DE000CZ44U27) è stato abbondantemente all’altezza delle nostre aspettative: con la rilevazione dei prezzi di chiusura del 10 aprile 2017, dopo un semestre vissuto in assoluta tranquillità dall’investitore, il certificato che aveva pagato a dicembre la maxicedola del 22%, oltre a pagarne un’altra dell’1,5%, è andato in autocallable, rimborsando dunque anche il capitale nominale.


Questo si è tradotto in un rendimento del 23,5% in meno di 6 mesi per gli oltre 500 investitori, che hanno deciso di investire e tenere il prodotto sino a scadenza dopo aver letto la mia recensione di ottobre in cui ne evidenziavo le caratteristiche, uniche sul mercato italiano, nel senso che non c’erano altri prodotti sul mercato con un rapporto rischio/rendimento così vantaggioso.


Questo prodotto, che abbiamo analizzato prima, durante e dopo, è stato, numeri alla mano, il migliore sul mercato per:

  • coloro che avevano da spostare le minus del 2012 in scadenza a fine 2016;
  • coloro che non le dovevano solo spostare, dal momento che sono state direttamente recuperate, così ci siamo tolti il dente e ora andiamo avanti “ripuliti dalle minus”;
  • coloro che hanno capito il valore di una struttura creata appositamente per creare valore, con l’autocallable messa appositamente alla prima data utile per poter beneficiare di un eventuale rimborso anticipato, cosa puntualmente avvenuta.
  • coloro che vogliono rendimenti alti, ma non per questo sono disposti a correre rischi di crepacuore! Non dimentichiamoci l’assoluta tranquillità con cui questo prodotto ha dato questo risultato, senza oscillazioni da cardiopalma, ma con una crescita progressiva e distribuita moderatamente lungo il suo percorso fino all’estinzione.

Oggi questo certificato è scaduto, per cui possiamo tirare le somme e, guardando quello che è circolato sul mercato insieme a lui, questo può essere tranquillamente considerato il miglior certificato dell’anno.


Potrebbero fargli concorrenza solo il DE000CZ44TWO, quando a luglio con ogni probabilità rimborserà il nominale dopo aver pagato la bellezza di 12 cedole del 2.81% mensili, per un rendimento annuo del 34.2%, impossibile da trovare in qualsiasi altro prodotto a cedola mensile, o il DE000CZ44V59, se a dicembre rimborserà il nominale dopo aver pagato 12 cedole del 2,5% mensili.


Se stai leggendo questo articolo e stai per vederti accreditato l’importo del rimborso del certificato su cui già avevi incassato il cedolone del 22% e ti stai chiedendo se sul mercato ci siano OGGI prodotti analoghi, beh posso dirti che le condizioni di mercato sono diverse in termini soprattutto di volatilità rispetto a 6 mesi fa, essendo ora la volatilità più bassa, però c’è un prodotto dalle caratteristiche simili che mi sento di incoronare come valido sostituto di questo appena scaduto e che ti verrà rimborsato il 19 aprile:


si tratta del certificato emesso da Commerzbank avente ISIN: DE000CZ44X99
(alpha code C00111), è un certificato quotato sul mercato SEDEX  avente come sottostanti:

  • VOLKSWAGEN (strike 135,35 €)
  • UNICREDIT  (strike 14,48 €)
  • FCA (strike 10,09 €)
  • TELECOM ITALIA (strike 0,818 €)

La barriera, rigorosamente discreta, a scadenza posta al 60%.


Questo prodotto è stato costruito sulla falsariga del successo strepitoso del precedente DE000CZ44U27, infatti paga una maxi cedola del 18% alla prima data di rilevazione dopo tre mesi dall’emissione (22/06/2017), condizionata al livello trigger del 10 % (vale a dire che il peggiore dei quattro titoli dovrebbe perdere il 90% del proprio valore per non veder accreditata la cedola!!!).


Successivamente, il certificato prevede il pagamento di una cedola del 1,5% trimestrale fino a scadenza (22/03/2021), sempre condizionata ad un livello di trigger posto però questa volta all’ 80% degli strike.


L’opzione AUTOCALLABLE anche in questo caso è possibile, ma solo dopo almeno sei mesi dalla dall’emissione, cioè a partire dal 22/09/2017.


Trovi la scheda tecnica di questo certificato con tutte le caratteristiche principali a questo link: http://www.eduwebcertificates.it/top-certificate.html


Non possiamo sapere se il rimborso anticipato avverrà realmente tra sei mesi, ma la “praticamente certa” cedola del 18% che avremo in giugno, permette di ammortizzare notevolmente i rischi di una eventuale futura discesa del mercato.  Inoltre ora, grazie alla discesa di un paio di Fiat e Unicredit può essere comprato a 965/970 per cui ha un potenziale rendimento analogo a quello precedente.


Io l’ho già messo in portafoglio e questo 18% tra 3 mesi intanto lo porto a casa… come dicono i coach sportivi?

Squadra che vince, non si cambia!!!


Mentre il resto del mondo piagnucola per i rendimenti inesistenti e per paura e ignoranza si prende dei rischi assurdi per delle cedoline del piffero, noi continuiamo ad arare così il nostro orticello, solo così potremo farlo crescere negli anni a livelli che per ora per molti di voi potranno essere anche impensabili.


Per saperne di più, prenota una coaching gratuita di 20 minuti con i nostri Tutor al seguente link nei giorni e negli orari rimasti disponibili:
https://calendly.com/coaching-free/20min


Leggi le nostre prossime comunicazioni, perché a breve ti daremo la data del prossimo webinar gratuito sul www.eduwebcertificates.it


E segnati sull’agenda di tenerti libero per sabato 10 giugno, a breve tutti i dettagli!


Buon raccolto a tutti!

Giovanni Borsi